Zentrifugen, Separatoren und Dekanter für Brauereien

Chiarificazione della birra: uso di separatori centrifughi e decanter nella produzione di birra

Centrimax fornisce dei separatori centrifughi (con scarico automatico) e dei decanter usati e completamente revisionati dei produttori GEA Westfalia Separator, Alfa Laval e Flottweg per l’industria della birra. Durante il processo di revisione completa le centrifughe vengono dotate di un nuovo sistema di controllo (Siemens S7) che gli permette di poter essere integrate senza problemi al sistema di produzione esistente. I nostri separatori e decanter vengono consegnati con una garanzia meccanica solo dopo aver superato i nostri test di controllo.

Separatori centrifughi a dischi autopulenti

I separatori chiarificatori si adattano soprattutto come fase preliminare alle ben note opzioni di filtrazione alternative. Questi separatori si contraddistinguono per la loro enorme accelerazione di centrifuga, che garantisce una separazione anche delle particelle solide più fini. Una riduzione dei costi per i mezzi di filtrazione è direttamente collegata ad essi. La filtrazione della farina fossile viene alleggerita notevolmente e con la separazione delle particelle solide indesiderate, la birra ottiene inoltre un sapore migliore e viene migliorata anche la stabilità sensoriale.

Separatore mosto caldo

Durante la bollitura del mosto caldo si vengono a formare le cosiddette trebbie calde. Al contrario della filtrazione inefficiente del mosto caldo, si possono utilizzare dei separatori centrifughi ecologici per separare le trebbie calde venutesi a formare. Utilizzando il whirlpool (whirlpool birra) e il separatore per la chiarificazione del mosto vengono inoltre soddisfatte le esigenze dell'utente di ottenere la massima efficienza con un funzionamento continuo. Il separatore centrifugo può essere utilizzato e introdotto nel processo in vari modi. Il separatore chiarificatore può essere installato direttamente dopo il bollitore del mosto o dopo il recipiente di scarto intermedio.

Separatore mosto dal trub

Il whirlpool (whirlpool birra) viene utilizzato in particolar modo per la chiarificazione di tutto il mosto caldo. Poiché non sempre è possibile garantire una buona separazione del trub a causa della fluttuazione delle qualità delle materie prime e dei diversi tipi di birra, il separatore è un'aggiunta utile in questo caso. Il trub che si viene a formare spesso si stacca con l’estrazione del mosto. Questi fenomeni fanno sì che il contenuto residuo di mosto sia troppo elevato e/o che le perdite dovute ad un insufficiente ispessimento del mosto siano molto elevate. Si può iniziare con una separazione dal fondo durante la rotazione del mosto nel whirlpool per birra. Il mosto recuperato viene poi raffreddato.

Separatore mosto freddo

Nei birrifici viene effettuata anche la separazione del mosto freddo. Le trebbie calde vengono separate prima del raffreddamento. In questo modo il separatore separa solo le quantità di trub freddo rimanenti. Il trub freddo è costituito principalmente da piccole particelle di proteine colloidali che lo rendono molto viscoso. In ogni birrificio la rimozione del trub freddo assume dei valori diversi. Una certa quantità di trub freddo dovrebbe finire anche nella fermentazione, ma in nessun caso deve finirci del trub caldo.

Separatore birra giovane

L'elevato numero di cellule di lievito di circa 70 milioni/ml causato dalla fermentazione principale non è ammesso durante la successiva conservazione. La chiarificazione della birra giovane avviene generalmente con la sedimentazione dei lieviti e di varie sostanze di trub. La birra viene poi travasata possibilmente senza lieviti né sedimenti. Per poter garantire una fermentazione secondaria controllata e rapida e una maturazione della birra durante la conservazione, si consiglia di aggiungere un numero definito di "cellule di lievito vivo". Ciò può essere ottenuto utilizzando un separatore centrifugo. Viene inserito il tappo di lievito in un tino di raccoglimento per il recupero di birra e viene separata la birra giovane. Il processo ottimale per il recupero di birra è il dosaggio in un separatore dei lieviti in eccesso o dei fondi del serbatoio, durante la chiarificazione della birra giovane. Il vantaggio è la qualità uniforme del prodotto.

Separatore chiarificatore prima della filtrazione della farina fossile

Le birre che vengono filtrate spesso contengono ancora molti lieviti che impediscono la filtrazione della farina fossile. In altri casi invece, la filtrazione della farina fossile avviene senza alcun problema. I separatori centrifughi offrono la possibilità di sostituire la filtrazione della farina fossile o quanto meno di ridurne il consumo. Il carico del filtro può essere drasticamente ridotto collegando a monte un separatore per la pre-chiarificazione della birra. Non solo si riduce il mezzo filtrante ma si allunga anche la durata del periodo di funzionamento. Ovviamente le centrifughe sono adatte alla pre-chiarificazione anche in altri sistemi con altri filtri.

Recupero di birra dai lieviti in eccesso e dal deposito

Nella fermentazione e nello stoccaggio della birra si vengono a creare, in base al processo, varie quantità di lieviti e di depositi. Nella maggior parte dei casi contengono ancora una notevole quantità di birra, che deve essere recuperata con l’introduzione di un processo economico. C’è quindi un motivo valido se sempre più birrifici investono nel recupero di birra. Si riesce a migliorare la redditività mantenendo invariata la qualità della birra. Dopo tutto, il volume del lievito e dei fondi dei serbatoi rappresenta circa il 4% della produzione annuale, e di questo, circa il 60% può essere recuperato come birra. Per un birrificio che produce un milione di ettolitri ciò significherebbero ben 24.000 ettolitri.

Regolazione della torbidità con separatore

Soprattutto nella produzione di birra di frumento con lievito in sospensione non filtrato bisogna poter presentare al cliente un prodotto che abbia sempre la stessa qualità di torbidità. I problemi sorgono soprattutto con i serbatoi ad alto accumulo, in quanto le concentrazioni di lievito variano a causa della sedimentazione. Anche in questi casi è possibile compensare le concentrazioni con l’uso di un separatore, avviando la separazione della birra in serbatoio. La birra non separata viene aggiunta contemporaneamente tramite un bypass per garantire gli stessi valori di torbidità per l'intero ciclo di produzione.

Recupero di birra con separatori a ugelli per birre bionde

Per via della loro struttura questi separatori sono così potenti da poter trattare i lieviti e i fondi del serbatoio con costi macchina relativamente bassi. Si ottengono così del tempi di armonizzazione che finora non erano mai stati visti con macchinari nuovi in questo settore specifico. Il separatore ad ugelli elabora i lieviti che vengono diluiti internamente con dell’acqua. Si tratta di uno strumento adatto anche a birrifici piccoli o medi, in base alla propria politica sui lieviti. Oltre al separatore centrifugo ad ugelli si ha bisogno di una tanica di raccolta dei lieviti, nella quale vengono raccolti in maniera omogenea sia i lieviti che i sedimenti. Nella tanica, il lievito viene regolato al valore originale desiderato con acqua sgasata, se necessario, o miscelato lungo il percorso verso il separatore. Questo liquido viene poi separato continuamente dal separatore in un flusso che contiene circa l’80% di lievito in volume. Utilizzando questo trucchetto tecnologico del "lavaggio del lievito", con un separatore ad ugelli, è possibile ottenere una resa del 90% dell'estratto. L’estratto recuperato si presenta anche in questo caso in forma diluita. Il trattamento con un separatore ad ugelli è particolarmente indicato per la produzione di birra high gravity in quanto l’estratto ottenuto può essere utilizzato per differenziare la birra originale e per farle raggiungere il tasso alcolico desiderato.

Decanter per la separazione del trub e per il recupero di birra tramite i lieviti in eccesso

I decanter sono delle centrifughe con un tamburo a scarico automatico per particelle solide. Una coclea indirizza le particelle solide separate verso le aperture di scarico e le espelle continuamente. I decanter vengono utilizzati principalmente per la chiarificazione di liquidi con un alto contenuto di particelle solide. Il contenuto di solidi leggermente fluttuanti nel flusso del prodotto ha solo una minima influenza sulla chiarificazione o sulla separazione. I decanter svolgono funzioni sempre più importanti nella tecnologia di separazione all’interno dei birrifici. Essi si caratterizzano anche per la loro flessibilità e varietà d’uso. I decanter sono ottimi anche per il problema delle acque reflue.

Decanter più separatore per la raffinazione

Combinando un decanter e un separatore centrifugo, o meglio usando prima l’uno e poi l'altro, è possibile raffinare ulteriormente il recupero di birra. In questo processo i lieviti vengono concentrati in una sostanza asciutta dal decanter per il 25-28% ottenendo quindi una resa ottimale. La birra recuperata dal decanter viene poi raffinata da un piccolo separatore per la raffinazione da circa 1 milione di cellule/ml a meno di 1000 cellule/ml. Dopo questo trattamento la birra è priva di particelle solide.

Contattaci!